venerdì 2 ottobre 2015

La scienza per gioco: Il laboratorio delle Meraviglie

Sono arrivati freddo e vento, almeno qui in Toscana.

Domanda: che si fa nel weekend con dei bambini a casa? Certo, il freddo non fa male e si può fare un giro, ma il parco sotto casa è ormai deserto e a giocare da soli ci si annoia.
Per fortuna, ieri Marco Cattaneo mi ha risolto il problema, postando su Facebook l'immagine di questo bel libro che è in edicola ora con "Le Scienze" ed è firmato da Richard Hammond, conduttore televisivo britannico. 
Fa parte di una collana di 8 volumi, che usciranno una volta al mese, fino a maggio. Per chi fosse interessato, qui c'è tutto il piano dell'opera.
Il primo volume, quello che ho acquistato oggi, è "Il Laboratorio delle Meraviglie": sono un centinaio di pagine, piene di curiosità ed esperimenti, per nulla pericolosi, e che sono perfettamente replicabili. Anzi, la raccomandazione, per una volta, è proprio opposta: "Bambini, rifatelo pure a casa!". Si va dallo slime all'eruzione di un piccolo vulcano, dai mostri di sapone alle fontane gassate: tutte attività diverse tra loro, ma che comunicano il "lato bizzarro, divertente e meraviglioso della scienza"!
Insomma, sono profondamente convinta che i bambini vadano educati fin da piccoli sia alla meraviglia, sia alla spiegazione razionale di essa. Non dobbiamo permettere che credano che tutto quello che è scientifico è arido e noioso. La collana de "La scienza per gioco" può essere un valido aiuto in questa direzione. E aiuta anche a passare il tempo!