mercoledì 11 febbraio 2015

Sherlock Holmes e lo studio in rosso


Si apre, parallelamente all'avventura della squadra di lancio del libro di Massimo Polidoro, un'altra sezione del mio blog, dedicata ai più piccoli. Io ho due figli e sto cercando di farli appassionare alla lettura. E sto anche cercando di procurarmi dei libri che, quando li troveranno nella libreria di casa, potranno essere interessanti e farli crescere con una certa forma mentis.
Il primo libro di cui voglio parlare è "Sherlock Holmes e lo Studio in rosso". 
Non staró qui a recensire il libro di Arthur Conan Doyle (anzi, a dire la verità, del Dott. J. Watson - ma questo è un altro discorso), perché è riconosciuto universalmente come un capolavoro.
Quello di cui voglio parlare qui è il fatto che ho trovato questa bella edizione per bambini, della Mursia, collana Becco Giallo.
Ricordavo fin da piccola queste edizioni, erano quelle profumate. Mi piacevano molto ed erano fatte particolarmente bene. Quando ho visto questa su Amazon, non mi pareva vero: esistono poche versioni - che io sappia, almeno - di Sherlock Holmes per bambini e io ne stavo cercando giusto una per mio figlio.
Il libro è molto curato nei dettagli, la storia è ovviamente ridotta ma ben strutturata, le immagini sono presenti ad ogni pagina. Nel complesso, un acquisto sicuramente valido che spero faccia appassionare i miei figli al famoso detective del 221b di Baker Street.