lunedì 27 aprile 2015

Le lettere di Babbo Natale

Una volta, chiacchierando con Enrico Solito circa i libri che avrei potuto prendere per i miei figli, mi raccontò che esistevano "Le lettere di Babbo Natale" di J.R.R. Tolkien: sì proprio quel tizio che anni dopo scrisse "Il Signore degli Anelli"!

Passata nemmeno una settimana, avevo già in mano questi tre simpatici volumetti della Rusconi Libri. 
Che dire? Meravigliosi!
Orso Polare rompe il tetto della casa di Babbo Natale
A partire dal 1920, ogni Natale per circa vent'anni, a casa Tolkien arrivava una busta bianca, con tanto di francobollo disegnato a mano proveniente dal Polo Nord, e dentro una lettera vergata con grafia tremolante: era Babbo Natale che scriveva ai piccolini. E raccontava delle avventure che avvenivano in mezzo alla neve e nella grande Casa di Roccia in cui viveva, dei disastri che combinava Orso Polare e della vita degli Elfi, degli Uomini di Neve e degli Gnomi Rossi (alcuni di questi personaggi anticipano significativamente i personaggi di "Lo Hobbit" e de "Il Signore degli Anelli").
Scritte e illustrate tutte da Tolkien per i suoi figli, queste lettere sono attuali e belle da leggere anche oggi ai bambini. Un buon modo per avvicinarli a uno dei più importanti autori del '900.