giovedì 23 aprile 2015

La Lettura dei Fatti - intervista a Pietro Razzini


Il tavolo dei relatori
Sabato scorso, mentre io ero al workshop di James Randi, si è svolta a Caravaggio la presentazione del libro "La lettura dei fatti".
Al tavolo dei relatori, il professore Tancredi Bianchi, già Presidente ABI (Associazione Bancaria Italiana), Carlo Mangoni, Presidente della Banca di Credito Cooperativo, e Pietro Razzini, autore del libro e Giornalista della Gazzetta dello Sport.
Non essendo potuta andare, ho chiesto a Razzini di raccontarmi questa esperienza che, a detta dei giornali che hanno partecipato all'evento, è stata un gran successo.

Allora Pietro, com'è andata? Vedo dalle foto una sala strapiena...

"Sono veramente soddisfatto del risultato ottenuto: è stata una sorpresa anche per me vedere l'auditorium Massimiliano Merisio esaurito in ogni ordine di posto.

Senza parlare delle persone rimaste in piedi ad ascoltare: significa che i contenuti proposti erano validi. Immagino che, in caso contrario, non si sarebbero fermati un'ora e mezza senza la possiblià di trovare un appoggio. L'ospitalità e l'organizzazione della Banca di Credito Cooperativo, poi, ha completato il lavoro. Durante la presentazione sono state proiettate sul maxischermo alcune video interviste che, nel corso degli anni, ho realizzato ai più noti personaggi del mondo dello sport e dello spettacolo: anche quelle immagini hanno incuriosito il pubblico presente".

Questi video non sono stati casuali, immagino...

"Assolutamente no: i primi capitoli del libro trattano argomenti legati alla mia professione. Le motivazioni che portano a compensi milionari per gli allenatori di football, il caso "Calciopoli", le particolarità legate ai divi della televisione e del cinema. Nella seconda parte, invece, si toccano tematiche inerenti il mondo economico: il debito pubblico, il sistema bancario, la borsa e le sue oscillazoni.

Tutti affrontati con la volontà di creare un contesto accessibile anche a chi, nel suo background culturale, non ha esperienze in questo campo".

Peccato non esserci stata. Ma ci saranno altre occasioni per conoscerti di persona? 

"Stiamo lavorando in questa direzione: Parma, la città in cui vivo, ha dimostrato interesse. Anche da Bergamo hanno richiesto un intervento. Inoltre ci sono alcuni organizzatori di eventi legati a Expo 2015 che mi hanno già contattato. Insomma, work in progress: se si continuasse sulla via intrapresa a Caravaggio, sarebbe un grande successo".

Ancora grazie a Pietro Razzini e alla sua disponibilità e in bocca al lupo per le future presentazioni.

Per avere qualche informazione in più sull'autore, visitate il suo profilo Linkedin (Pietro Razzini) o il suo account Twitter (@peter78pr)