domenica 14 giugno 2015

Recensione: Servitevi da soli

Tutte le volte che sento qualcuno dire "no, perchè, cioè, io voglio stare a contatto con la gggente perchè è una cosa fantastica" io li prenderei e li porterei per le orecchie a lavorare con me. Il mio sogno è lavorare in un ufficio DA SOLO, in un buco 1mt x 1mt anche senza finestra, diventare verde per la mancanza di sole. Invece no. Vendo elettrodomestici in un negozio di una nota catena di cui ho abilmente storpiato il nome in modo sia irriconoscibile. Lo so, sono un genio del male. E queste sono le mie quotidiane gesta.

La sua pagina Facebook ha ormai quasi 25 mila fans (7 mila quando fu pubblicato il libro) e il suo blog ha un sottotitolo che è tutto un programma "Non vi sopporto ma sono pagato per farlo": Paolo Longarini, in arte "A Pa' " è una persona che da 20 anni vende elettrodomestici, lavorando ogni santo giorno a contatto col pubblico. E gliene capitano di tutti i colori. 

Ma questo succede - temo - a tutti commessi. La particolarità di Pa' è che lui è nato per scrivere: riesce a raccogliere ogni giorno queste perle dalla più varia umanità, mescolando un'ironia tagliente, una cultura incredibile e la parlata romana. Un mix che ti fa singhiozzare dalle risate. 
"Servitevi da soli" è il libro da leggere il lunedì mattina, il santuario della propria autostima, la sonda Rosetta della realtà quotidiana. I preamboli ai suoi racconti sono da Enciclopedia e gli episodi raccontati sono degni di un film dell'orrore: è quando la vita reale riesce di gran lunga a superare la fantasia più perversa. Si va dallo scaccolatore folle alla bella ciaciona, passando dal vecchino distinto fino al coatto con lo slip che esce dai pantaloni: una classificazione quasi tassonomica della società, accettata con serafica rassegnazione dall'autore, che ne prende atto e ci ride su.
Paolo, c'è poco altro da aggiungere: continua a raccontarci quello che ti succede, come solo tu riesci a fare. Infine, un grazie per tutte le risate che mi hai fatto fare e un grazie ancora più grande perché ora so cosa regalare a tutti i miei amici il prossimo Natale!